NOTIZIE DAL MONDO DELLO SVAPO

 

Gli scienziati svelano tutte le bugie sulla sigaretta elettronica
ew ideas

Ogni scusa è buona per parlare male di sigaretta elettronica. Tanto che a volte viene il sospetto che la strategia di denigrazione a cui abbiamo assistito in questi anni sia stata pianificata ad arte. Ma è solo un sospetto. Tirando le somme, deprime pensare che l’Organizzazione mondiale della sanità abbia perso la preziosa occasione, quest’anno, di capitalizzare il vantaggio che i sistemi senza senza fumo stanno apportando alla salute pubblica.

Fortunatamente la comunità scientifica favorevole alle sigarette elettroniche sta crescendo e oggi arruola personalità di grande livello che stanno mostrando al pubblico di addetti ai lavori e all’opinione pubblica i vantaggi che il vaping comporta (senza dimenticare anche i tanti limiti che devono essere superati)...

Veronesi: io difendo la sigaretta elettronica
ew ideas

Nature, la rivista portavoce del rigore scientifico mondiale, definisce "fandonie" gli attacchi che vengono sistematicamente sferrati alla sigaretta elettronica in nome del principio di precauzione. Lo fa attraverso la pubblicazione di un editoriale di Daniel Sarewitz, Direttore del Consortium for Science, Policy and Outcomes dell'Arizona State University. È la posizione per cui da anni mi batto in Italia insieme a Carlo Cipolla dell'Istituto europeo di Oncologia, Riccardo Polosa dell'Università di Catania e Umberto Tirelli dell'Istituto Nazionale Tumori di Aviano...

La sigaretta elettronica dei famosi: tanti i vip che “svapano”
ew ideas

E mentre la sigaretta elettronica viene di nuovo autorizzata nei locali pubblici e nei luoghi di lavoro, accogliendo come sempre anche tante critiche e polemiche, nel mondo dello spettacolo il suo utilizzo sta diventando ormai sempre più diffuso. Tanti i personaggi famosi che passeggiano per strada o presenziano a cerimonie ufficiali con le loro e-cigarettes in mano, fieri di aver "impugnato" uno stile di vita e non solo una sigaretta metallica. Parliamo di qualsiasi tipo di "categoria", a partire dall’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne al rampollo della medesima casa automobilistica Lapo Elkann, fino al noto scrittore Andrea Camilleri, autore de “Il Commissario Montalbano” e rinomato fumatore incallito, sul vizio del quale l'imitazione di Fiorello ha riscosso un successo senza pari...

Veronesi: "La sigaretta elettronica potrebbe salvare 30mila vite all'anno"projects

 

La sigaretta elettronica può salvare molte vite. Ne è convinto più che mai Umberto Veronesi, direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia: "Se tutti coloro che fumano sigarette tradizionali si mettessero a fumare sigarette senza tabacco, le sigarette elettroniche, salveremmo almeno 30.000 vite all’anno in Italia e 500 milioni nel mondo"...

Lo “studio-verità” sulla sigaretta elettronica:
1 su 2 dice addio al fumo
new app

 

Che non stia davvero cambiando il vento, se anche l’Istituto Superiore di Sanità si sbarazza dell’ostentata prudenza e certifica con la collaborazione del Centro Antifumo dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino quello che stiamo dicendo da tempo? La sigaretta elettronica non è una bacchetta magica, ma un mezzo efficace per uscire da un tunnel pericoloso questo sì. Fortunato chi la sa usare. Se viene aiutato è meglio...

Sigarette elettroniche, Fiesel: due anni per distruggere un settore. Cambiano i governi, ma le lobbies del tabacco resistono.

 

La sigaretta elettronica, una forma intelligente di riduzione dei danni da tabagismo che simula il fumo, ma non contiene tabacco, al suo esordio sul mercato italiano, nel 2012, offre lavoro a 5.000 operatori, per lo più giovani, in 3.500 negozi e muove un giro d’affari da 300 milioni di euro. Ciononostante, non esistono norme tecniche che disciplinino gli aspetti attinenti le caratteristiche del prodotto, né disposizioni inerenti la produzione, la distribuzione e la vendita al dettaglio...